Spezia-Foggia: sfortuna al Picco, 2 pali e niente goal

Un picco di sfortuna? Il Foggia intasca 1 punto, dopo aver preso 2 legni e un'espulsione... ecco la cronaca della partita:


Finalmente in campo. Lo Spezia oggi ospita il Foggia al Picco nella tredicesima giornata del Campionato di Serie B.

Si dovrà fare a meno di Tonucci, Deli, Zambelli e Camporese.

Queste le due formazioni:

SPEZIA (4-3-3): Lamanna; Vignali, Terzi, Capradossi, Augello; Maggiore, Ricci, Crimi; Okereke, Galabinov, Bidaoui. A disposizione: Manfredini, Barone, Crivello, Giani, Bachini, Mora, Bartolomei, De Francesco, De Col, Gyasi, Gudjohnsen, Pierini. Allenatore: Pasquale Marino.

FOGGIA (4-3-1-2): Bizzarri; Gerbo, Martinelli, Ranieri, Kragl; Rizzo, Busellato, Agnelli; Chiaretti; Iemmello, Mazzeo. A disposizione: Noppert, Loiacono, Rubin, Boldor, Ramè, Galano, Cicerelli, Carraro, Gori. Allenatore: Gianluca Grassadonia.

ARBITRO: Lorenzo Maggioni di Lecco (Valerio Colarossi e Marcello Rossi). 4° uomo: Davide Miele di Torino.

1000 i tifosi rossoneri al Picco per seguire la squadra del cuore.

Primo tempo

Foggia in maglia gialla. La partita inizia un po’ aggressiva con Martinelli che, nei primi minuti di gioco, si vede costretto a fermare un po’ bruscamente Augello. Prima ammonizione della partita per l’uomo di Grassadonia.

Le prime occasioni sono in mano allo Spezia. Prima Galabinov tenta un cross di testa poi Bidaoui ricerca un destro a giro dal limite dell’aria. Partita incalzante con entrambe le squadre che corrono tanto. All’11’ Agnelli prova il sinistro ma la palla va al cielo, un minuto dopo Iemmello prova un destro azzardato la cui deviazione concede il corner al Foggia. Dopo il primo quarto d’ora il Foggia si becca la seconda e la terza ammonizione: cartellino giallo per Ranieri che abbatte Maggiore e per Gerbo che interviene in ritardo su Bidaoui. Al 28’ punizione per gli ospiti: siamo in zona Kragl, sui 30 metri, ma la punizione viene facilmente ricacciata dalla difesa bionconera.  Al 32’ Crimi con un destro pericoloso va sul primo palo, Bizzarri si tuffa e devia in corner. Dieci minuti al termine della prima frazione di gioco. La partita appare ora nervosa con Maggioni che richiama Busellato e Bidaoui a causa di alcuni sgarbi.  

Foggia vicino al goal al 34’: Martinelli, servito da Iemmello, calcia al volo. Bella occasione per i rossoneri anche sul finale: Chiaretti tira ma la palla finisce sfortunatamente sul palo, dopo l’intervento di Lamanna.

 

Secondo tempo

La partita riprende con un cambio tra i padroni di casa: Galabinov lascia il posto a Gyasi.

Al 5° minuto della ripresa il gioco si ferma per tre minuti a causa di una capocciata tra Mazzeo e Terzi che rientrano in campo dopo la medicazione.

Ancora un’ammonizione per il Foggia; questa volta a beccarsi il cartellino giallo è Agnelli per fallo su Bidaoui.

Al primo quarto d’ora Mazzeo prende la traversa! Secondo palo per uno sfortunato Foggia.

Al 17’ viene annullato il goal ai bianconeri.

Due minuti dopo sopraggiunge l’amara espulsione di Agnelli che trattiene Crimi. Secondo cartellino giallo per il capitano che è costretto a lasciare i giochi.

Foggia in inferiorità numerica: Grassadonia si vede costretto a risistemare il centrocampo e sostituisce Chiaretti con Carraro e Gori al posto di Iemmello.

Al 29’ occasione Spezia: Augello tutto da solo attraversa l’intera difesa foggiana e tenta il tiro: determinante l’intervento di Bizzarri che deraglia in angolo.

Il Foggia si risistema in campo con un 4-3-2. Con l’espulsione il Foggia è alle strette ed è decisamente in difficoltà: lo Spezia, avvantaggiato dalla superiorità numerica, avanza più volte e pressa con forza.

Saranno 5 i minuti di recupero tra Spezia e Foggia ma si conclude a reti inviolate il match sfortunato.

Un punto per ciascuno… non fa male a nessuno? Ne vorremmo sicuramente di più…

 

Commenti