Sfida contro il Venezia: 5 punti nelle ultime dieci gare e peggior attacco

Venezia con l’acqua alla gola?

Sei partite, cinque scontri diretti: il Venezia indossa l’armatura e prova a ro­vesciare nell’ultimo mese una stagione iniziata in salita e di­ventata un incubo dopo il vitto­rioso derby contro il Padova con 5 punti (frutto di altrettan­ti pareggi) conquistati nelle ul­ time 10 gare. E sabato, al Pen­zo, è in programma il primo de­gli scontri diretti con l’arrivo del Foggia. Dopo quattro pa­reggi (per 1­1), Serse Cosmi è incappato a Brescia nella prima sconfitta della sua gestione e ha visto l’aggancio proprio del Foggia a quota 30. Rimane una prestazione positiva, al cospet­to della capolista, ma che non ha portato punti alla deficitaria classifica del Venezia. Cosmi ha ritrovato capitan Domizzi, do­po un mese e mezzo di assenza, ma spera di rivedere la verve realizzativa della sua squadra, la peggiore della Serie B con appena 27 reti realizzate. Co­smi ha perso due pedine di esperienza come Bentivoglio e Citro, a Brescia aveva indispo­nibili anche Besea e Pinato, in gruppo da oggi, sabato non po­trà contare su Segre, squalifica­to. Il centrocampo è il reparto più «colpito», proprio il settore che dovrebbe costruire gioco e occasioni per gli attaccanti.


(Da La Gazzetta dello Sport)

Commenti