Salernitana alla guerra dei ricorsi: Respingete l'appello del Foggia

Oggi il Consiglio Federale, domani il Collegio di Garanzia del Coni, sullo sfondo la politica che non manca cavalcare l'onda del malcontento: la Lega B appare accerchiata, ma è decisa a proseguire per la strada intrapresa lunedì. Dopo la delibera del Consiglio Direttivo, ieri sono arrivati i comunicati ufficiali con cui la Lega presieduta da Mauro Balata, presente oggi al Consiglio Federale insieme a Claudio Lotito, ha confermato le date del primo turno dei playoff (il 17 maggio Spezia-Cittadella, il 18 Verona-Perugia) e ufficializzato la classifica definitiva del campionato con la retrocessione del Palermo all'ultimo posto e quelle di Carpi, Padova e Foggia. Rosanero e satanelli non ci stanno e hanno tutta l'intenzione di avviare una battaglia legale. Ieri, i calciatori del Palermo hanno tenuto una conferenza stampa: «Siamo stati derubati del terzo posto», hanno detto all'unisono, spalleggiati anche dal sindaco Leoluca Orlando, pronto ad intraprendere, a sua volta, azioni legali a sostegno del club che da poco ha cambiato proprietà dopo le mille vicissitudini dell'era Zamparini.

Il Palermo ha chiesto il blocco dei playoff e oggi la Federcalcio si pronuncerà sulla richiesta dei siciliani e sulla delibera adottata lunedì scorso dalla Lega cadetta che ha annullato i playout. Il presidente federale, Gravina, potrebbe impugnare la delibera e la Camera di Consiglio, fissata sempre oggi, subito dopo la conclusione del Consiglio, valuterà, in particolare, la richiesta di sospensiva dei playoff. «Ci facciano sapere se si gioca», ha sussurrato il ds del Cittadella, Marchetti.


sport.ilmattino.it

Commenti