Nember: “Con la Cremonese in panchina Pavone. Scelta nuovo allenatore ponderata…”

Interviste della conferenza.

Fares: “Voglio precisare la fiducia data a Grassadonia prima di Livorno non era una fiducia a termine, ma dopo gli eventi negativi dopo la partita di Livorno si è dovuto procedere all’esonero. Il tempo per cercare il nuovo allenatore, visto il momento difficile sia tecnico sia ambientale, è una conseguenza del fatto che riteniamo questa una scelta importante. Una di quelle scelte che vanno ponderate in maniera attenta. Non ammette ripensamenti. La sta portando avanti il direttore in maniera decisa, come ha sempre fatto, condividendo tutto come è sempre stato. Chiunque sarà il nuovo allenatore del Foggia abbiamo bisogno di tutta la città, di tutti i tifosi. Questo è un momento difficile che va affrontato. Noi siamo uniti e compatti e siamo convinti di superare tutti gli ostacoli e di venir fuori da questo momento difficile. Auspichiamo che anche la città capisca questo momento difficile per superare questo momento particolare. Noi andiamo compatti avanti, rispetteremo i nostri programmi”.

Nember: “Dispiace che escano tante cose negative. Con la dirigenza abbiamo sempre condiviso gioie e dolori, tutte le scelte. Oggi si sta ponderando una scelta dolorosa perché non possiamo sbagliare. I tempi? Si gioca domani ed abbiamo pensato di andare avanti con Pavone per poi risolvere in un paio di giorni questo dubbio”.

Pavone: “L’emozione credo mi si legge in faccia. Devo ringraziare la società e il direttore per l’opportunità. So perfettamente qual è il mio compito. Sono emozionato ma voglio concentrarmi solo sull’aspetto della gara. Domani in mattinata sosterremo l’ultimo allenamento. Qualche sviluppo ancora da mettere a punto c’è. Sappiamo di giocare contro una squadra esperta che fa della compattezza la sua forza. Ha una buona qualità. Il nostro primo obiettivo è ritrovare lo spirito giusto, battagliero, che ci possa far venir fuori da questa situazione. In questi due giorni ho avuto grande disponibilità da parte di tutti e non avevo dubbi. E’ chiaro, il momento non è dei migliori. Al di là dell’episodio dell’esonero del mister, c’è un po’ di morale sotto i tacchi. Ci sta. Il mio approccio è stato uguale, non è cambiato molto, ma conoscendo i ragazzi è stato tranquillo”.

Pavone: “indisponibili Camporese, Ramè, Deli (ieri ha avuto un problemino muscolare), Chiaretti e Rizzo. Per il resto tutti convocati. Il clima? Dev’essere quello giusto, c’è bisogno del supporto di tutti”.

Pavone: “Modulo? Voglio pensarci bene (sorride nda). Voglio fare la scelta giusta. Il mio unico obiettivo in questo momento è cercare di far bene. So qual è il mio compito. Domani sera finirà tutto questo e voglio concentrarmi sull’obiettivo”.

Commenti