Il sindaco Landella rassicura: Il calcio a Foggia non morirà

Dalle colonne de La Gazzetta dello Sport, ha parlato il sindaco di Foggia Franco Landella, in merito alla situazione del Foggia che, come noto, ha detto addio al professionismo:

"Da tifoso del Foggia, prima ancora che da sindaco, sono molto amareggiato. Dopo che la società rossonera mi ha contattato, ho provato a coinvolgere alcuni imprenditori che ringrazio per aver dato immediata disponibilità e aiutare la squadra senza conoscere nei dettagli i bilanci del club, ma purtroppo non è bastato. Sicuramente un po’ più di tempo sarebbe servito, se non altro per spiegare ad alcuni sponsor e imprenditori il progetto ed alcune dinamiche societarie e sportive".

Ma il calcio a Foggia non morirà: "L’impegno da parte mia e dell’amministrazione comunale in questi cinque anni non è mai mancato intorno alle vicende sportive. A stretto giro di posta ci attiveremo per far ripartire la squadra almeno dalla Serie D. Lo scorso anno il collega Decaro ha affidato il club in mano ad un imprenditore solido come Aurelio De Laurentiis, dopo aver vagliato le ipotesi che erano giunte sulla sua scrivania. E questa scelta gli ha dato ragione alla luce della promozione del Bari. Noi proveremo a fare la stessa cosa. Da domani saremo impegnati alla ricerca di imprenditori che vogliano costruire un nuovo corso perché la passione per i colori rossoneri in tutti noi tifosi non è certo morta".


tuttoc

Commenti