Foggia-Pescara: un rigore salva i biancazzurri.

Pari e Patta allo Zaccheria

Per niente semplice per il Pescara di Pillon la trasferta di ieri pomeriggio contro il Foggia, allo Zaccheria. Si è combattuto con i denti e con le unghie, e quella che sembrava una vittoria a favore dei rossoneri si è tramutata in pareggio con un rigore (molto contestato) a favore degli ospiti.

Ecco le formazioni delle due squadre in campo:

Foggia: Leali; Billong, Ranieri, Loiacono, Greco (80′ Agnelli), Iemmello, Deli (80′ Mazzeo), Kragl, Martinelli, Galano (88′ Matarese), Busellato.

Allenatore Pasquale Padalino.

Pescara: Fiorillo; Campagnaro, Scognamiglio, Mancuso, Memushaj, Monachello (84′ Del Sole), Balzano, Brugman, Marras (80′ Bruno), Melegoni, Ciofani.

Allenatore Giuseppe Pillon.

Cronaca

A prevalere, ad inizio partita, sono i biancazzuri di Pillon che conquistano parecchi calci d’angolo nel primo quarto d’ora, ma le vere e pericolose occasioni sono a favore dei rossoneri: al 16’ Deli cerca Iemmello ma Fiorillo anticipa e mette in salvo il risultato. Ancora Francesco Deli, solo 3 minuti più tardi, si rende pericoloso con un destro a giro che esce dallo specchio della porta per una manciata di centimetri. Tra i biancazzurri fa tremare Monachello, il cui tiro attraversa tutta l’area di rigore senza però centrare la porta. Brividi poco dopo con Loiacono, il cui tiro potente, dopo una serie di triangolazioni perfette, esce di poco a lato. Al tramonto del primo tempo ci pensa Francesco Deli a regolare i conti al 44° minuto (di un primo tempo che si chiuderà senza recupero): si assiste ad un gol bellissimo dal limite sinistro. Deli supera Fiorillo e con un destro a giro sul secondo palo regala l’1 a 0 alla squadra di casa. Lo Zaccheria esplode!

Il secondo tempo si apre con i padroni di casa in avanti: al 49’ sugli sviluppi di un contropiede, Iemmello prende clamorosamente il legno, facendo sobbalzare tutto lo stadio. Una manciata di minuti più tardi il Pescara sfiora l’1 a 1 con Memushaj, il cui tiro esce di poco.
Al 67’ arriva il pareggio del Pescara: in area di rigore cade Billong trascinandosi Mancuso e l’arbitro concede calcio di rigore agli abruzzesi. È lo stesso Mancuso che firma (il tanto discusso) 1 a 1 e mantiene in vita il Pescara.

Il match rimane sui ritmi alti fino all’ultimo. Ultima occasione per Brugman al 94’ ma termina alta sulla traversa.

Il match si chiude in parità, con un po’ di amarezza e con la consapevolezza di aver dato tanto e di poter meritare qualcosina in più.


I Satanelli

Commenti