Foggia-Padova 2-1: la rimonta all’ultimo!

Highlights e Riepilogo della partita

Arriva finalmente la vittoria allo Zaccheria dopo tanti, troppi KO. Un segno meno – quello che attualmente aleggia in classifica – che appare meno insormontabile sebbene sia ancora pericoloso. Il Foggia cerca disperatamente di rialzarsi e l’ha fatto, ieri sera contro il Padova, con grande determinazione. Sicuramente da oliare sono ancora i meccanismi del gioco e il mister convince ancora poco i tifosi rossoneri che vorrebbero di più.

Ma la forza e la voglia, ieri, l’abbiamo vista tutti. Un primo tempo più sconfortante terminato con la rete del Padova; poi il pareggio con Kragl e la rimonta all’ultimo respiro con Cicerelli.


Le formazioni in campo:

Foggia (3-5-2): Bizzarri, Loiacono, Camporese, Martinelli, Gerbo, Busellato (57' Cicerelli), Deli (74’ Rizzo), Carraro, Kragl, Galano (87’ Zambelli), Mazzeo.

All. Grassadonia

Padova (3-4-1-2): Merelli, Ravanelli, Capelli, Trevisan, Mazzocco, Cappelletti, Belingheri (74’ Pulzetti), Contessa, Sarno (57' Broh), Bonazzoli (68' Clemenza), Capello.

All. Bisoli

Ammoniti: 16’ Sarno (P), 54’ Martinelli (F), 67’ Capelli (P), 71’ Kragl (F), 86’ Galano (F), 90+2’ Pulzetti (P)

 

Il match parte con Galano titolare avanti insieme a Mazzeo. Grassadonia lascia in panchina Denis Tonucci. Poco prima del 5’ minuto di gioco si va vicinissimi al goal con un rasoterra di Kragl, che picchia il legno da calcio piazzato. Ma il Padova fa presto a controbattere: al 9’ arriva il vantaggio degli ospiti con Mazzocco concretizzando lo 0 a 1.

All’11’ Mazzeo va in goal ma la rete viene annullata per fuorigioco. Pochi minuti dopo ci riprova Kragl che, liberissimo sul secondo palo, colpisce Merelli che la respinge. Le occasioni da una parte e dall’altra non mancano ma le conclusioni si spengono troppo presto. Al 40’ si assiste all’ingenuità di Bizzarri che sbaglia afferrando con le mani un retropassaggio di Martinelli. Punizione a due in area, che tuttavia termina sulla barriera. Il primo tempo si chiude senza recupero.

 

Sicuramente più risoluti i rossoneri nella ripresa. Si riparte senza cambi. Al 58’ secondo goal annullato per il Foggia: Kragl batte la punizione e Camporese la insacca dietro Merelli, ma è di nuovo in offside.

Niente paura. Meno di cinque minuti dopo arriva il tanto sognato goal del Foggia. Al 61’ punizione dai 30 metri per il tedesco. Questa volta il tiro rasoterra va direttamente in rete. Il Foggia pareggia! È 1-1.

All’81’ altra occasione d’oro per i Satanelli. Con iniziativa di Kragl - sicuramente il più pericoloso del match - Martinelli davanti alla porta va in rovesciata ma la spedisce clamorosamente troppo alta. Il Foggia attacca e finalmente all’85’ arriva la rimonta del Foggia che ribalta il risultato con Cicerelli, che al volo dai 25 metri la infila alle spalle di Merelli. È 2 a 1 allo Zaccheria e tutto lo stadio esplode! Dopo cinque minuti di recupero concessi da Di Martino la partita si chiude e il Foggia può tirare un sospiro di sollievo.

E ora tocca al Benevento.


I Satanelli

Commenti