Foggia calcio, 48 ore per il futuro: o tutto o niente...

Quarantott'ore per scoprire il futuro del Foggia. L'avvenire della società rossonera è in mano alla buona riuscita della trattativa per la cessione del 100% delle quote del Foggia calcio, di proprietà della Sannella Holding 2, al gruppo imprenditoriale top secret che, dopo suggestioni d'oltreoceano o transalpine, secondo quanto filtrato parla italiano e, per la precisione, opera all'ombra delle due Torri. 

LA TRATTATIVA. Sono infatti ore frenetiche in casa Foggia per definire il passaggio di mano dell'intero pacchetto societario dai fratelli Sannella a un nuovo gruppo:  una clausola di riservatezza rigorosa è riuscita a tenere segreto il nome del sodalizio ma, unendo una serie di puntini e componendo pezzi di puzzle seppur frammentari, riteniamo possa essere bolognese. La chiusura è fissata a martedì, al massimo mercoledì ma solo per tempistiche bancarie. Nel senso che andrebbe bene anche considerare un altro giorno ma a quel punto per attendere l'avvenuta conferma dell'esborso del prezzo fissato. 

LE DUE VIE. Null'altro è dato sapere. Le ultime rivelazioni a Foggia Città Aperta, tuttavia, consegnano quanto meno una certezza: le contrattazioni in corso assumono le vesti di un all-in. O tutto o niente: unica alternativa la cessione totale del club rossonero. Esclusa l'ipotesi di cessione parziale e in questo senso, vista a posteriori, l'operazione di fusione di due mesi fa con cui è stata definitivamente cancellata la Esseci srl(dalle iniziali Sannella-Curci), ultimo residuo della famigerata era del commercialista di Carapelle, assume significato degno di nota. Dovesse concludersi positivamente ci troveremmo dinanzi a una trattativa pianificata e gestita nel migliore dei modi. E se invece non dovesse andare in porto? A quel punto, per restare nel gergo del gioco d'azzardo, saremmo portati a parlare a chiare lettere di bluff viste le dichiarazioni affidate a Foggia Città Aperta non più tardi di 24 ore fa che hanno confermato la trattativa in corso. Per carità intoppi possono sempre capitare ma chi è nel mondo degli affari da tanti anni sa percepire con anticipo il buon esito o meno degli accordi. 

L'ATTESA. Intanto incombe il termine per l'iscrizione al prossimo campionato di serie C fissato al 24 giugno, giorno entro cui dovrà essere presentata tutta la documentazione stabilita dalla Lega. Fideiussione e quota di iscrizione non sono un problema, il vero ostacolo è dimostrare il pagamento dell'ultima tranche di stipendi e contributi fino al mese di maggio. A marzo, si riuscì a rispettare la scadenza per le retribuzioni di gennaio e febbraio con non pochi problemi e già in quella occasione il presidente Fares parlò di calcio come “un caso di cronaca di morte annunciata”. La retrocessione in serie C ha naturalmente amplificato i problemi. Occorre attendere. Quarantott'ore per scoprire il futuro del Foggia calcio. O tutto o niente. Come se non fosse bastata una stagione così travagliata ai tifosi rossoneri tocca sorbirsi anche questa.
foggiacittaaperta

Commenti