Contro il Palermo servono punti salvezza

Riprende il cammino del Foggia dopo la brutta sconfitta casalinga contro il Crotone. Avversario di turno la capolista Palermo allenato da mister Stellone. La compagine siciliana non sta sicuramente vivendo un buon periodo a causa delle vicissitudini societarie, ma la rosa a disposizione del mister è sicuramente di serie A e spesso in queste situazioni i giocatori riescono a compattarsi e a dare di più in campo.

Per quanto riguarda i satanelli, il mercato di gennaio ha portato in gruppo sette nuovi elementi e come ha fatto capire Pasquale Padalino, in conferenza stampa, alcuni di questi saranno sicuramente utilizzati al Renzo Barbera di Palermo.

E in effetti, considerando gli infortuni di Zambelli, Tonucci e Camporese, non è difficile immaginare l’impiego di Ngawa e Billong che tra l’altro sembrano essere già pronti anche in considerazione del fatto che nelle rispettive squadre aveva giocato diverse partite in modo costante. Tra i pali molto probabilmente ci sarà l’esordio di Leali che in allenamento è già sembrato a livelli altissimi.

Sicuramente tra i titolari di centrocampo ci sarà Greco, che aveva già debuttato in casa con il Crotone, mentre problemi ci sono per capitan Agnelli a causa di un leggero infortunio ma che comunque sarà tra i convocati.

Dove ci sono i maggiori dubbi di formazione, è sicuramente l’attacco. Tra i titolari dovrebbe esserci Galano, ma sono le condizioni di Iemmello che destano qualche preoccupazione; il suo impiego verrà valutato nelle prossime ore.

Il Foggia che affronterà il Palermo dovrà essere una squadra equilibrata e ben determinata. Bisognerà essere ben concentrati evitando errori di reparto o singoli.

La situazione di classifica è sempre più preoccupante in considerazione dei risultati delle dirette concorrenti, ma non bisogna abbattersi. Il Foggia è a 18 punti, in piena zona play out, ma la vittoria del Cosenza sul Cittadella allontana ancora di più la salvezza diretta, con i calabresi a 24 punti.

Sicuramente la trasferta di Palermo non rappresenta un turno agevole per i rossoneri. Ma adesso non serve più fare calcoli, bisogna solo fare punti e ogni partita deve rappresentare una finale vera e propria.

Ora serve determinazione e cattiveria agonistica, i calcoli si faranno più in là.


www.pianetaserieb.it – Mimmo Attini

Commenti