Cercasi punti salvezza

Sabato alle ore 15, contro l’ultima in classifica non si può sbagliare.

È uno scontro salvezza, il Padova con 17 punti è il fanalino di coda della classifica, a 3 punti dal Foggia 15°. La zona salvezza dista 4 punti per il Foggia (24 Cosenza) e ben 7 per il Padova. Entrambe le squadre hanno un cammino simile nelle ultime 7 giornate, per entrambe 3 sconfitte e 3 pareggi e 1 sola vittoria risalente per entrambe alla 20° giornata (siamo alla 24°).

Il Foggia però negli ultimi 2 incontri ha affrontato Palermo e Pescara, squadre che, nonostante la loro situazione societaria, sono ai vertici del campionato. Dimostrando di essere in crescita e salute, grazie ad un mercato di riparazione che sembra dare i suoi frutti, su tutti Billong e Leali, dove sembrano aver dato una base difensiva più solida rispetto alle precedenti uscite. Senza dimenticare alcuni giocatori che sembrano in via di recupero psico-fisico, vedasi i vari Galano (autore di una bella prestazione contro il Pescara, anche se continua a mancargli il gol), Iemmello, Busellato e Deli. Quindi ora il Padova, che dispone di una rosa da non sottovalutare, con giocatori esperti e capaci come Andelkovic, Cherubin e la punta Bonazzoli.

Il Padova deve proprio migliorare la fase offensiva, e per farlo il mister Bisoli ha variato modulo, passando da un 3–5-2 ad un 3-4-1-2 che vede dunque l’utilizzo di un trequartista trasformato come terzo d’attacco in fase offensiva. Il Foggia dovrà puntare quindi, sull’1 contro 1 per creare superiorità numerica o a scambi e passaggi che possano tagliare un centrocampo folto come quello padovano. Dopo questa trasferta, il Foggia ospiterà il Benevento, un’altra partita delicatissima che passa soprattutto da Sabato. Per una salvezza certa e matematica, servono punti. Una sconfitta potrebbe decretare una triste retrocessione. Il Foggia non può e non deve sbagliare, servono punti, per la classifica, per i tifosi, per una intera città.


Fonte: www.telefoggiatv.it

Commenti