Approvate le modifiche al regolamento: si parte dalla prossima stagione

Entreranno in vigore a partire dalla stagione 2019-2020

Arrivano le decisioni dell’IFAB (International Football Association Board) a seguito della 133ma riunione generale tenutasi in quel di Aberdeen (Scozia). Ecco quanto raccolto da Sky Sport.

FALLO DI MANO – Cambieranno il testo e la struttura, ma non particolarmente la sostanza. Non vi sarà più la volontarietà come precondizione e verrà dato maggiore peso alla posizione più o meno aperta delle braccia: nessun perdono se si tengono sopra la linea delle spalle (salvo il caso in cui ci si tiri il pallone addosso giocandolo autonomamente), mentre al di sotto bisognerà fare comunque molta attenzione che la posizione e il movimento degli arti superiori siano davvero naturali e quasi “obbligati” dalla dinamica dell’azione.

VARIAZIONI DEL REGOLAMENTO – Entreranno in vigore a partire dalla stagione 2019-2020 (eccezion fatta per competizioni internazionali che dovessero iniziare prima).

  • SOSTITUZIONI -> I calciatori sostituiti dovranno uscire dal punto più vicino delle linee perimetrali, onde evitare perdite di tempo.
  • AMMONIZIONI ED ESPULSIONI -> I cartellini gialli e rossi saranno utilizzabili anche per i membri dello staff, tra cui gli allenatori. Viene raccomandato che anche le sanzioni dei Giudici Sportivi si adeguino.
  • CASI PARTICOLARI SU CALCI DI PUNIZIONE E RIGORI -> Sui calci di rinvio (e sui calci di punizione difensivi in area) gli attaccanti avversari dovranno star fuori dall’area di rigore al momento dell’esecuzione, ma potranno quindi entrarvi liberamente appena calciato il pallone, considerato quindi in gioco.
  • POSIZIONE DEL PORTIERE SUI CALCI DI RIGORE -> Sui calci di rigore il portiere dovrà avere un solo piede e non entrambi sulla linea di porta al momento del tiro.
  • DISTURBO DELLA BARRIERA SUI CALCI DI PUNIZIONE -> Sulle punizioni gli attaccanti dovranno stazionare a non meno di un metro dalla barriera (per “barriera” si intende un muro di almeno tre difensori).
  • DEVIAZIONI DELL’ARBITRO -> La deviazione dell’arbitro, con l’attuale regolamento, viene considerata neutra. La nuova regola prevederà invece che, qualora un tocco del direttore di gara dovesse provocare un gol, un cambio di possesso del pallone o lo sviluppo di una azione importante il gioco verrà interrotto e ripreso con una rimessa da parte dell’arbitro stesso (cosiddetto “pallone scodellato”). Altra novità: il pallone verrà restituito a chi ne aveva il possesso (con avversari ad almeno 4 metri), e in area di rigore verrà sempre e comunque consegnato al portiere.

Fonte: pianetaserieb.it

Commenti